La stagione dei corsi.

Inviato da:

la stagione dei corsi è iniziata.
Vi aspetto tutti al Filatoio di Caraglio. L’incontro è curato da Roagna Vivai di Cuneo e si terrà sabato 3 ottobre

Orto delle Arti

I sensi dell’uomo sono le “prese” per ricevere dalla natura l’energia necessaria e tramite una attenta progettazione il giardino diventa un luogo privilegiato, favorevole al benessere. Passano gli anni, le mode o tendenze, gli stili e le abitudini ma in ogni latitudine quello che non passa mai è il desiderio di benessere: cioè di stare bene, sia nel corpo che nello spirito.

Per la fortuna dei giardinieri lo “star bene” va a braccetto con il luogo piacevole, con il buon cibo, con i profumi soavi e i suoni naturali … quindi il giardino è o dovrebbe essere il posto dove ricercare il benessere, utilizzando le piante, i fiori e i frutti che meglio di altri stimolano i sensi; ma anche le forme adatte o le strutture dedicate in questo tipo di giardino acquistano la massima importanza. Ogni giardino ha una sua forza, una potenza propria che varia con il variare del compito assegnatole. Ogni giardino ha una dote, quella di cambiare, di trasformare, di reinventare l’individuo. Maurizio Zarpellon preferisce chiamarla “forza” perché si tratta di una vera e propria leva, un mezzo che la natura mette in campo quando si tratta di portare del bene. Se non si trattasse di vera energia, quella impiegata dal giardino/natura per cambiare le cose e gli individui, allora non avrebbe assistito ai piccoli e grandi fenomeni di cui può raccontare. Dice infatti Maurizio Zarpellon: “La natura a cui dai il permesso di entrare è un massaggio per la mente, come se nella testa entrassero due mani lievi a darti carezze e felicità. In fondo l’uomo è semplice se ha soddisfatta la pancia e non ha freddo o troppo caldo, se nessuna malattia grave disturba la quiete; questo essere fantastico e tanto poco simile agli altri animali quanto identico a loro nel cercare la libertà di un respiro fuori dalle mura, nel bosco come lungo un ruscello o in giardino. Bisogna aiutarlo in questa ricerca. Ho imparato che non sempre le piante amano le forzature, che nell’allestire un giardino oltre alle forme, ai colori e ai profumi bisogna mettere i desideri delle piante sopra ogni altra cosa.”

L’obiettivo del laboratorio a cura di Roagna Vivai è quello di condurre in questi luoghi attraverso le forme adatte, tra le piante che meglio di altre aiutano i sensi, tra i colori, i suoni, i gusti e le carezze che la natura elargisce per chi sa cercare e per chi desidera entrarne in contatto. L’appuntamento è per sabato 3 ottobre 2015 presso il Filatoio di Caraglio, dalle ore 14,00 alle ore 16,00, nell’ambito dell’evento “L’Orto delle Arti”. Prezzo = euro 20. Per iscrizioni e informazioni: 342/7779091, info@ortodellearti.it . Per ulteriori info: www.ortodellearti.it.

0