Il giardino che verrà.

Inviato da:

Sarà per il vento che in questi giorni spazza la valle, sarà per le speranze, in attesa di esplosione primaverile, che mi comunicano le piante del vivaio, sepolte da una spanna di neve (quest’anno veramente poca), ma ho pensieri e desiderio di novità, di cose mai viste, di giardini rivoluzionari: stili nuovi, vento nuovo. Uhm….sarà che ho un bel raffreddore e il febbricolo mi fa avere strane visioni. Sarà…sarà, ma mai come ora ho voglia di novità. Nonostante la pseudo ...

Leggi tutto →
0

La stagione dei corsi.

Inviato da:

la stagione dei corsi è iniziata.
Vi aspetto tutti al Filatoio di Caraglio. L’incontro è curato da Roagna Vivai di Cuneo e si terrà sabato 3 ottobre

Orto delle Arti

I sensi dell’uomo sono le “prese” per ricevere dalla natura l’energia necessaria e tramite una attenta progettazione il giardino diventa un luogo privilegiato, favorevole al benessere. Passano gli anni, le mode ...

Leggi tutto →
0

La creatività nordica.

Inviato da:

“Ho imparato molto da quei piccoli giardini che fan si che i bordi delle nostre strade inglesi siano fra i più graziosi tra quelli di tutti i paesi a clima temperato”
Gertrude Jekyll

Dire che “l’Italia era un paradiso” credo sia una ovvietà riconosciuta in tutto il mondo, che lo sia ancora… anche. Mi spiego meglio: la posizione geografica di questa nostra vituperata penisola è baciata da Dio, un pezzo di continente protetto dall’imponenza delle Alpi che s’infila nel tiepido ...

Leggi tutto →
0

Vasi di speranza.

Inviato da:

La parola d’ordine per entrare nella nuova era tecno-ambientale è “riutilizzo”, che non vuole proprio dire riciclaggio, ma è più un trovare un impiego favorevole a chi un impiego non lo ha più. Si… lo so, il termine ha tanto un sapore di ultracinquantenne trombato dall’azienda/crisi. Però il riutilizzo a cui modestamente mi riferisco è quello degli oggetti che grazie alla fantasia, creatività, nostalgia, tecnologia e altre “gia” trovano il nuovo lavoro da svolgere e anzi possono salire di grado ...

Leggi tutto →
0

Un giardino di campagna.

Inviato da:

Ovvero quando la “passione” da buoni, se non ottimi, risultati.

Lino e Gabriella ho avuto modo di conoscerli alcuni anni or sono e la loro passione per le rose, la montagna e la natura in genere ci ha subito reso complici di molti discorsi. Quindi sono complice anche in questo mio scritto penserete voi ?…ebbene no, prima di scrivere queste righe ho analizzato a fondo il loro giardino. Quindi sono stato molto critico, perché altrimenti cosa direbbero di me gli altri ...

Leggi tutto →
0

Iperborea.

Inviato da:

Se posso, vorrei recensire… lo può fare un giardiniere? a già, sono a casa mia…e dai che recensisco:

Uhm…di “Iperborea” devono essere in molti ad apprezzarne il “taglio”, cioè la forma dei suoi libri: stretta e allungata. Questo a giudicare l’affollamento nel loro stand all’ultima edizione della Fiera del Libro di Torino. Io comunque adoro questi libri venuti dal freddo (quasi tutte traduzioni dalla narrativa nordica: Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca), nonostante debba ammettere non sia il massimo della comodità a maneggiare ...

Leggi tutto →
0

La forza del giardino.

Inviato da:

Ogni giardino ha una sua forza, una potenza propria che varia con il variare del compito assegnatole. Ogni giardino ha una dote, quella di cambiare, di trasformare, di reinventare l’individuo. Io preferisco chiamarla “forza” perché si tratta di una vera e propria leva, un mezzo che la natura mette in campo quando si tratta di portare del bene. Se non si trattasse di vera energia, quella impiegata dal giardino/natura per cambiare le cose e gli individui, allora non avrei assistito ...

Leggi tutto →
0

Il giardino segreto.

Inviato da:

Ma dove sono?
Vivo in questo luogo perché mi piace veramente, o solamente perché qui sono nato o perché ci lavoro?
Se tutti approfondissero un simile pensiero, molti verrebbero presi dallo sconforto e rimarrebbero dove stanno, sconfortati a vita; altri (forse i più onesti con se stessi) negherebbero il luogo, le amicizie, il lavoro, e farebbero le valigie per una nuova vita. Insomma un bel problema. Se non ci fosse una terza e frequentatissima via: per una moderata felicità non ...

Leggi tutto →
0

Salvami bellezza.

Inviato da:

“Ti prego Dio della natura, fai che oggi (e magari anche domani…) io veda la bellezza”

E’ nel diritto di ogni uomo pretendere la bellezza. Per Omero, Saffo, Platone, Aristotele, i Sofisti e altri grandi della cultura Greca la bellezza giungeva all’uomo quando serviva. Kalos (bello) e Kairos (momento giusto) hanno la medesima origine (La Bellezza. Un dialogo tra credenti e non credenti, di Ravasi, Ovadia, Rieira e altri. Ed. Donzelli, Roma 2013), così come nel Nuovo Testamento l’aggettivo “Kalos” è ...

Leggi tutto →
0
Pagina 2 del 11 12345...»